Digital Pr

“I mercati sono conversazioni” recita la prima tesi del Cluetrain Manifesto, scritto nel 1999 e ora più che mai attuale.

Le nuove tecnologie e le dinamiche 2.0 che regolano le relazioni online, hanno connesso strettamente Marketing e Comunicazione, perché le decisioni d’acquisto, il favore e la fiducia verso il brand o l’istituzione sono da sempre influenzate dal passaparola e dalle opinioni delle persone, ma su Internet, questo scambio di informazioni ha raggiunto una potenza inedita, perché si propaga in tempo reale tra un pubblico potenzialmente mondiale.

Le relazioni pubbliche e le attività di ufficio stampa devono tenere conto dell’importanza di queste dinamiche ed essere capaci di inserirsi nelle conversazioni in rete tra utenti, clienti, portatori di interesse e concorrenti.

Uno stile di comunicazione monodirezionale, da uno a molti, non attrae più l’attenzione dei media e del pubblico perché non coinvolge gli interlocutori nel processo di creazione e diffusione della notizia.

Le Digital PR hanno il compito di gestire i processi di informazione e comunicazione, definendo i messaggi chiave, individuando i pubblici di interesse e gli influencer, intessendo relazioni di fiducia con giornalisti e blogger.

Da questa attività, dipendono la cura e il monitoraggio della reputazione online, biglietto da visita ormai irrinunciabile, difficile da costruire e complicato da ripristinare una volta sporcato. Perciò le azioni del professionista delle Digital PR derivano dall’analisi delle conversazioni, dal punto di vista quantitativo e qualitativo, attraverso sistemi di tracciamento del traffico come Google Analytics, dallo studio dei risultati delle piattaforme social e dall’osservazione diretta degli esiti delle proprie iniziative, in modo da comunicare lasciandosi guidare dai dati.